Principi di base dell’alimentazione naturale per l’uomo

Quando si parla di alimentazione si fa quasi sempre un discorso culturale, basato su gusti dei cibi, sulla loro composizione chimica e sul valore calorico quando stanno sul piatto. Raramente si fa un discorso naturale, basato sulla qualità, sulla digeribilità e sulla tossicità dei cibi, una volta che entrano nell’intestino.

Ma la Medicina Naturale Lezaeta-Costacurtiana ha un approccio diverso, peculiare e scientifico (nel vero senso del termine), alla valutazione della qualità degli alimenti. Possiamo dividere questa valutazione in due aspetti:
(A) la qualità degli alimenti
(B) i modi di assunzione dei cibi.

A) La qualità degli alimenti può essere divisa in 3 principi:

    1. grado di tossiemia: ci sono alimenti molto intossicanti, alimenti poco intossicanti e alimenti non intossicanti.
    2. Compatibilità: ci sono combinazioni salutari e combinazioni nocive.
    3. Livello di lavorazione: ci sono lavorazioni molto deleterie, lavorazioni poco deleterie e lavorazioni salutari.

B) I modi di assunzione dei cibi dipendono dalla persona e si possono dividere in 3 principi:
         a) grado di salute dell’intestino, da sano a malato.
         b) le abitudini alimentari, salutari o deleterie.
         c) l’atteggiamento psicologico verso il cibo: facilitante o ostacolante.

Per fare una valutazione scientifica, che tenga conto delle leggi naturali, è necessario tenere in considerazione tutti gli aspetti qui sopra elencati.